Riabilitazione pavimento pelvico

Si interviene per la riabilitazione del pavimento pelvico in pazienti affetti da:

  1. Stress incontinence
  • Post partum
  • Incompetenza uretrale
  • Ipermobilità dell’uretra
  • Ipotono della muscolatura perineale
  • Post operatorio della chirurgia pelvica maschile e femminile
  • Altro
  1. urge-incontinence
  2. Urgenza
  3. Dolore pelvico cronico
  4. Difficoltà allo svuotamento (utilizzo del torchio addominale)

Le principali tecniche di riabilitazione del pavimento pelvico sono:

  1. Biofeedback (Bfb)
  2. Stimolazione elettrica funzionale (SEF)
  3. Chinesiterapia pelvi-perineale

1.Biofeedback (Bfb)

La tecnica di biofeedback prevede esercizi di contrazione o rilassamento perineale, avvalendosi di un computer che permette la conversione di un segnale biologico, come la contrazione muscolare, in un segnale acustico e/o visivo. Sul monitor il paziente vede il grafico del proprio lavoro muscolare, attraverso un tracciato che ne indica l’intensità e la durata, mentre un secondo grafico avverte se sta utilizzando i muscoli addominali, cioè quelli non corretti. 
La conversione è istantanea e consente al paziente di divenire cosciente di queste funzioni, permettendo così di modificare volontariamente una risposta inadeguata.

2.La stimolazione elettrica funzionale (SEF)
La stimolazione elettrica funzionale è una stimolazione passiva, effettuata mediante l’utilizzo dl correnti elettriche bifasiche tramite elettrodi posizionati su sonde vaginali e anali, ed ha l’obbiettivo di produrre meccanismi riflessi che possano riorganizzare processi neurofisiologici. La stimolazione elettrica funzionale esercita effetti positivi sul
meccanismo di chiusura dell’uretra, sull’inibizione del detrusore (vescica) nell’incontinenza urinaria, a livello degli sfinteri anali nell’incontinenza anale, nelle sindromi dolorose perineali.

3.La chinesiterapia pelvi-perineale
Base del trattamento terapeutico, la chinesiterapia pelvi perineale si fonda sull’esercizio terapeutico dei muscoli del pavimento pelvico (soprattutto il muscolo pubo-coccigeo e l’elevatore dell’ano). Il primo  passo è quello di rendere cosciente il paziente della propria area perineale (presa di coscienza). Una volta che la persona ha la consapevolezza che il proprio perineo esiste e riesce a “muoverlo”, si verifica l’eventuale interferenza di muscoli accessori quali i glutei, gli addominali, gli adduttori che durante l’attività perineale devono essere inibiti. In questa prima fase, è utile capire il rilassamento e il tipo di respirazione della persona e, una volta coordinata l’area perineale, si può iniziare la parte attiva di rinforzo muscolare.
Si tratta di eseguire una serie di esercizi mirati a incrementare la forza dei muscoli del pavimento pelvico.
Le aree da trattare, a seconda delle varie situazioni locali, sono la vagina, l’ano o entrambi.
Le sedute successive vengono utilizzate per cercare di creare l’automatizzazione dei muscoli del perineo: durante le attività quotidiane, in relazione a movimenti o incrementi pressori, si deve attivare automaticamente il gruppo muscolare del pavimento pelvico (terapia comportamentale).
Il lavoro muscolare (training) domiciliare è d’obbligo sia in corso di terapia per garantirne il successo, che dopo, come sostegno dopo per mantenere nel tempo i risultati. Il rinforzo sfinterico-muscolare perineale porta giovamento a tutto l’apparato uro-ginecologico e anale, perché l’aumento del trofismo del muscolo, permette un buon sostegno dei visceri pelvici.

Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento di questa pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. La normativa europea sulla privacy e la protezione dei dati personali, richiede che tu venga informato sull'utilizzo dei cookie che viene fatto su questo sito. In questa pagina troverai l'informativa dettagliata.

Chiudi